Assovib interviene al RE Italy nel panel sugli NPL

25 maggio 2017

La Vice Presidente Cappelli illustra le novità della guidance BCE sui non performing loans.

re-italyIl RE Italy, la principale manifestazione del settore immobiliare organizzata da Monitor Immobiliare, ha visto anche l’intervento di ASSOVIB che ha portato il proprio contributo nel panel NPL: a che punto siamo in Italia.
Di fronte a una sala gremita, a testimonianza dell’importanza del tema per gli operatori del settore, la Vice Presidente Silvia Cappelli ha rimarcato il costante impegno dell’associazione sugli standard relativi alla valutazione immobiliare, in tutti i principali tavoli italiani ed europei. In particolare l’impegno relativo alle valutazioni per i crediti deteriorati è testimoniato anche dalla partecipazione al tavolo ABI attualmente attivo sull’argomento. Il tema più rilevante in tale contesto è attualmente la nuova guidance della BCE, le linee guida che l’istituto centrale ha definito per le banche al fine di gestire in maniera efficace i non performing loans. Tale guidance contiene di fatto le aspettative di vigilanza che dovranno orientare l’ordinaria interazione con le banche su tale delicato comparto.

 

Silvia Cappelli ha illustrato i punti principali di queste linee guida mettendo in evidenza come le banche dovrebbero sempre monitorare e aggiornare il valore delle garanzie immobiliari secondo quanto previsto dal Reg 575/2013. Cappelli ha poi commentato le novità introdotte dalla BCE per il monitoraggio delle garanzie relative agli NPLs: le valutazioni immobiliari devono essere sempre aggiornate a livello individuale (tramite un perito) alla data in cui il prestito è classificato come esposizione deteriorata e almeno una volta all’anno finché resta classificato come tale. Infatti le valutazioni derivanti da indicizzazione o da altri processi automatizzati si definiscono valutazioni indicizzate e non costituiscono una rivalutazione o una valutazione individuale dell’immobile. Tuttavia, ha concluso la vice Presidente di ASSOVIB, è possibile utilizzarle per aggiornare la valutazione relativa ai crediti deteriorati di valore lordo inferiore a 300.000 euro assistiti da garanzie immobiliari, purché queste siano assoggettabili a misurazione con tali metodi e purchè lo strumento utilizzato rispetti i requisiti prescritti dalla BCE.

 

La videointervista a Monitor Immobiliare di Silvia Cappelli